La Storia

La Residenza Universitaria Torleone è presente a Bologna dal 1958. Fino al 1986 ha operato nella sede di Via Toffano, 13. Il nome Torleone è legato a questo luogo: infatti a poca distanza da esso sorgeva un tempo la Torre della famiglia De’ Leoni, successivamente abbattuta, dalla quale ha preso il nome.

Dal 1986 in poi la Residenza si è trasferita nella sede di Via Sant’Isaia, 79. Si tratta di un edificio storico, il cui nucleo originario risale alla fine del 1500 come sede dell’antica Compagnia intitolata a San Pellegrino. L’origine della Compagnia è raffigurata in un quadro di Ludovico Carracci, che funge da pala d’altare della cappella.

Fin dall’inizio della sua attività, la Residenza Torleone ha stretto intensi rapporti con l’Università di Bologna, documentati dall’elenco delle prolusioni in occasione delle inaugurazioni degli anni accademici e dai numerosi professori che, nel corso degli anni, hanno tenuto lezioni nella Residenza. La Torleone promuove e partecipa all’organizzazione di seminari dell’università. Generazioni di studenti, fra i più preparati e motivati, sono passate dalla Residenza per poi accedere a posizioni e incarichi professionali di rilievo.

Una delle risorse della Residenza Universitaria Torleone è costituita dal collegamento con le altre residenze gestite dalla Fondazione Rui nelle principali città universitarie italiane. Ciò ha consentito di sviluppare sinergie, scambiare informazioni ed esperienze. Come conseguenza di questo lavoro, la Fondazione Rui è stata costantemente in prima linea nell’elaborazione di strumenti educativi adeguati alle esigenze del mondo studentesco: ad esempio, nei decenni ormai trascorsi, la metodologia dello studio, l’orientamento universitario, il tutorato; adesso, la Fondazione Rui è la prima ad applicare agli universitari il coaching, sviluppatosi finora in ambito prevalentemente aziendale.

la residenza di Torleone